IL CIRROSO
(The Cyrouse)
Il nostro lettore medio è analfabeta
Periodico aperiodico di informazione etilica, direttore, caporedattore, inviato speciale, reporter, fotografo, tipografo, editore, dattilografo, bidello e lavacessi: MAD. I nomi degli altri giornalisti leggeteli in fondo agli articoli. Pensato e stampato in località segretissima ingurgitando fiumi e fiumi di birre medie. Adesso basta, leggete il sito, beoni!!!!!!
La disfida di Birretta
images/categorie/urlo.jpg

Con quest'articolo, il Cirroso impartisce ai suoi lettori una lezione di storia: 500 anni prima dei mondiali, l'Italia già impartiva una sonora lezione alla Francia, grazie a Ettore Con La Mosca.
Correte a scoprire com'è andata la Disfida di Birretta!

Domenica sera, pub sui Navigli a Milano (fortuna che è a Milano, perché a 3 euri la mezza, potrebbe essere la mia rovina, davvero), tra Guinness e Tennents Super, in compagnia di due belle gnocche, non poteva che scapparci l'esibizione culturale. Tra capitali della Serbia dimenticate (Era la Slovenia, pirla! N.d.Sam), vocali di Rambó (e da quando Rambo conosce pure le vocali?), quando un ciucco, ai miei tentativi di aiutarlo, mi disse che non erano tredici, bensi undici contro undici, ed erano a Berlino, mi sono accorto di quanto la cultura dell'italiano ciucco medio possa essere...
Quindi, oggi lezione di storia.
Ciucchi e ciucche, oggi vi spiegherò la "Disfida di Birretta".
Lezione di Geografia: Birretta è una cittadina in Puglia, e (cazzo, pure io non lo sapevo) fa provincia. C'è pure il mare, per davvero, non come a Milano.
Torniamo alla storia.
Siamo attorno all'anno 1503. Per la precisione, il 1503. Il sud Italia era conteso sia dagli spagnoli che dai polli, si, quelli che abitano li tra Spagna e Germania, come cazzo si chiamano... ah già, i francesi.
Un gruppo di polli caduti prigionieri degli spagnoli, durante un banchetto, accusarono gli italiani di non saper fare buon vino, di farlo con le bustine, di usare metanolo e tutte le puttanate che l'idiota medio crede verità dell'industria enologica.
La goccia che fece traboccare il decanter fu quando Monsieur La Botte, capo dei francesi, si vantò dello Champagne, che all'epoca non era ancora stato inventato.
Sicuri di essere dei fighi, sfidarono gli Italiani a duello, boccale contro boccale, magnum contro magnum, damigiana contro nabucodonosor (no, i francesi non conoscono nemmeno la damigiana).
La sfida fu raccolta dal fiero Ettore Con La Mosca da Capua.
Si mormora che gli spagnoli, a corto di Jerez, fomentarono i dissapori tra Italiani e polli per rallentare la guerra in attesa di rifornimenti.
Ma tant'è, i francesi stronzi lo sono comunque e siccome due giri di sveglia glieli abbiamo dati, facciam finta di niente e diamo la colpa a loro.
La disfida fu programmata per il 13 febbraio 1503. Due squadre di 13 cavalieri con due ostaggi per parte, 4 giudici e 16 testimoni come cavalieri, emh, 16 cavalieri come testimoni. 100 corone col limone era il riscatto dei prigionieri (però, sti messicani, non erano ancora stati inventati che già rompevano con la loro birraccia).
Secondo voci di corridoio, le due parti, di comune accordo, scelsero come terreno di battaglia i circolini della Contrada S.Elia di Birretta.
Comunque, circolino o non circolino, la zona era quella.
Ettore Con La Mosca, come un novello Cannavaro, si presentò sul bancone di battaglia con una sciarpa azzurra al collo, regalo di Isabella D'Aragola, considerata benaugurante.
Il pomeriggio del 13 febbraio, gli Italiani diedero una solenne suonata ai polli, battendoli ai rigo... no.
Il pomeriggio del 13 febbraio, gli Italiani diedero una solenne suonata ai polli, dimostrando tutto il valore e il coraggio che solo un Italiano può avere. Il Con La Mosca, per esempio, invece di finire Monsieur La Botte, disarcionato e in difficoltà, scese da cavallo per ristabilire l'equità, e lo finì.
Da bravi banfoni, i pollastrelli, convinti di averlo piu duro di noi, non portarono il riscatto e furono imprigionati a Birretta.
I Birrettini in festa accolsero gli eroici cavalieri con una salve di rutti, brindisi e, pare, finirono pure le scorte di Jerez degli spagnoli che nel frattempo erano arrivate fresche fresche dalla madre patria.
In tempi più recenti è venuta a galla una storiaccia: un cronista pollo arrosto dell'epoca riportò una spaventosa e orribile truffa italiana.
Pare che i cavalieri italiani forzarono in una specie di fuorigioco cavalleresco i francesi. Per favore, non perdiamo la testa: se i polli hanno infranto il regolamento, non è colpa nostra, mica gli abbiamo insultato le sorelle, le mogli o le madri.
Per la nostra consueta lezione di storia è tutto. Spero di aver illuminato un poco le vostre menti annebbiate. Mi raccomando, cerchiamo di conoscere un po' meglio la nostra storia, siamo mica tutti pupe...

Condividi su Facebook

Il voto!

Cosa pensano i nostri utenti di questo articolo.

Nessuno ha ancora espresso un giudizio.

Re: La disfida di Birretta
Scritto da Anonimo Beone il 21 Giugno 2017, 0:30

I know I was disgusted when I was home this fall and saw the mines that had been built just in the year since I last visited. I ran a 10k for the Dovre Church and there were 3 Frac Sand mines as sponsors, I just about flipped my lid. Temporary jobs for what could be permanent raping of the No0wntoods&#823r;..hot to mention poor people like Brenda stuck in the middle. Makes me very sad. Any talk of moving back to the area is out the window as the entire county sits on shale and could be prospects for more mines.


Re: La disfida di Birretta
Scritto da Anonimo Beone il 22 Giugno 2017, 0:02

I was drawn by the hotnesy of what you write


Aggiungi commento

Oggetto:

Messaggio:


Altri articoli
Altre categorie
Il Giornale

Il Cirroso numero 16 del 9 Dicembre 2010 è uscito.

Puoi scaricarlo qui.
Lo Speciale

Il Cirroso - Speciale Speciale crisi del settimo anno! del 14 Dicembre 2011 è uscito.

Puoi scaricarlo qui.

Mancano
3 2 1 6
mezze all'uscita del prossimo numero.

Il Sondaggio

Quali tra i 5 sensi è per te più importante?

Il tatto, per palpare i culi delle cameriere del pub
L'udito, perchè il giorno dopo qualcuno dovrà pur raccontarmi cosa ho fatto la sera prima
La vista, perchè quando bevo mi vengono i superpoteri: vedo triplo!
Il gusto, perchè una volta invece del frizzantino hanno tentato di incularmi dandomi dello champagne
L'olfatto, perchè grazie a lui posso tenermi a distanza dal MAD

Condividi su Facebook
Utenti registrati = 393.
Utenti connessi: non registrati 1
   registrati 0
Il Cirroso è stato visitato
9 2 9 6 9 4
volte dal 7 dicembre 2004.
+ + -